white

Software Anatocismo & Usura Conti Correnti

logo rec24ore

Software Anatocismo ed Usura Conti Correnti

Anatocismo & Usura Conti Correnti analizza gli estratti conto bancari sulla base dei singoli movimenti giornalieri, dei saldi scalari oppure dei soli prospetti trimestrali delle competenze, al fine di verificare la presenza di interessi anatocistici illegittimi e di tassi usurari attraverso controlli e rettifiche sul conto corrente. Il software esegue il ricalcolo del saldo e l'eventuale quantificazione del risarcimento, assistendo l'utente nella scelta delle impostazioni che possono essere selezionate anche scegliendo, da un database in continuo aggiornamento, un quesito tra quelli disponibili. Infine, genera in automatico perizie econometriche commentate, differenziate per CTU e CTP.

Possibilità di importare i dati direttamente da un foglio excel.

grafico conti correnti old
 

  • A seconda della tipologia dei dati inseriti varia l'analiticità, la possibilità di rettifica puntuale e la precisione dei calcoli, tuttavia Anatocismo & Usura Conti Correnti, anche nel caso di inserimento dei soli saldi e dei prospetti competenze dei riassunti scalari trimestrali, minimizza la perdita di informazione perchè ricostruisce, mediante avanzate tecniche di calcolo numerico, l’andamento puntuale del conto ai fini del ricalcolo delle competenze.
  • In base ai dati inseriti, su base trimestrale o giornaliera, il software procede alla rilevazione del tasso effettivo globale applicato a carico del correntista (TEG). L’utente può liberamente scegliere la formula con cui calcolare detto tasso tra un’ampia gamma. Ciò gli consentirà di decidere se includere o meno determinate competenze (ad es. le commissioni di massimo scoperto) per la determinazione del TEG. Una volta determinato il TEG, tale valore viene confrontato con la soglia usura vigente nel periodo per la categoria di operazioni in questione ai fini della rilevazione della fattispecie usuraria (usura oggettiva). In aggiunta, il software indica se il TEG praticato supera o meno la media dei tassi praticati dal sistema creditizio nel periodo (TEGM) per la rilevazione della cosiddetta usura soggettiva. Il software verifica inoltre l'eventuale usura contrattuale, calcolando il TAEG in base al TAN e aliquota CMS pattuita. In aggiunta è possibile determinare il TAEG contrattuale anche includendo le spese trimestrali e parametrizzando l'importo dell'affidamento. Il TAEG verrà quindi confrontato con la soglia usura vigente all'atto della stipula del contratto di conto corrente oppure della delibera di affidamento. Il software rileva inoltre l’aliquota effettivamente applicata al massimo scoperto per il calcolo della CMS e la confronta con le specifiche soglie vigenti nel periodo per la CMS al fine di verificarne l’eventuale usurarietà. Procede infine ad un riepilogo analitico delle competenze illecitamente addebitate quantificando gli importi di tutti gli interessi usurari e ultralegali eventualmente corrisposti, nonché di tutte le spese e le CMS applicate nel corso del rapporto. Per quei rapporti in cui non risulti sottoscritta la clausola di reciprocità, il software provvede inoltre alla quantificazione delle quote di interessi indebitamente applicate in virtù dell’accumulazione anatocistica degli stessi. All’utente è lasciata la facoltà di decidere quali competenze considerare e quale modalità di capitalizzazione presupporre ai fini della quantificazione dell’anatocismo.
  • Anatocismo e Usura Conti Correnti provvede al ricalcolo del conto a condizioni sostitutive secondo opportune modalità scelte dall’utente e quantifica, nell’ottica di una eventuale azione legale, l’importo da recuperare come differenza tra il saldo bancario e il saldo rettificato ottenuto a seguito della procedura di riconteggio. L’utente può indicare puntualmente per ciascun trimestre l’approccio da seguire per il ricalcolo, in termini di competenze da enucleare (ovvero da stornare dal saldo bancario ai fini del riconteggio) e di condizioni sostitutive da applicare. L’utente può scegliere la modalità di capitalizzazione degli interessi e delle CMS da applicare ai fini del riconteggio. Si potrà optare per una capitalizzazione semplice, annuale, trimestrale e per varie tipologie di capitalizzazione mista: semplice-annuale, semplice-trimestrale, semplice-annuale-semplice, semplice-trimestrale-semplice. Sarà quindi possibile definire in maniera estremamente flessibile la modalità di capitalizzazione che si vuole adottare e, in caso si opti per una capitalizzazione mista, l’utente potrà impostare liberamente le date da cui far decorrere le variazioni di capitalizzazione. Il tasso sostitutivo da applicare per il ricalcolo degli interessi debitori/creditori è anch’esso liberamente selezionabile dall’utente, in base alle seguenti opzioni e può essere variato in ciascun trimestre secondo l’approccio che l’utente deciderà di adottare: zero, legale, BOT, conto, soglia, soglia ricalcolata e zero. Oltre all’indicazione puntuale dei tassi sostitutivi in ciascun trimestre, il software consente anche di impostare una procedura che impone automaticamente il riconteggio degli interessi nei trimestri usurari ovvero in caso di superamento del TEGM. In aggiunta al ricalcolo degli interessi, il software consente anche di ricalcolare la CMS ad aliquota zero, all’aliquota rilevata dai dati bancari oppure impostando manualmente l'aliquota desiderata per ogni periodo. Ciò consente di rideterminare la CMS in relazione all’andamento rettificato che scaturisce di trimestre in trimestre dalla procedura di riconteggio e che quindi porterà ad una rettifica del massimo scoperto e di conseguenza della CMS. Il software consente inoltre di tener conto di qualsiasi ulteriore rettifica che si voglia applicare al saldo bancario. Tale opzione risulta particolarmente vantaggiosa quando si analizzano conti ordinari in cui transitano competenze derivanti da conti anticipo esterni e si desideri epurare il conto da tali addebiti.Una volta impostati i criteri del riconteggio, il software procede al ricalcolo delle competenze su base trimestrale stimando di volta in volta i numeri debitori/creditori e applicando il tasso sostitutivo. In tal modo vengono determinati saldi trimestrali rettificati rispetto ai dati di partenza, in funzione delle opzioni di ricalcolo scelte dall’utente. Sulla base della procedura così definita il software quantifica l’importo di cui eventualmente richiedere il rimborso in funzione della differenza tra il saldo bancario e il saldo finale ricalcolato.
  • Il software risponde all'esigenza dell'utente di tradurre in impostazioni le richieste dei Giudici espresse in forma di quesiti. Una volta individuato il quesito più appropriato dall'elenco proposto, in continuo aggiornamento da parte dei nostri esperti, il software andrà a scegliere le impostazioni più appropriate al caso in questione. L'utente avrà sempre contezza delle impostazioni che sono state automaticamente scelte dal software e di quelle che invece deve eventualmente modificare, osservando la tabella di riepilogo proposta. Sono riportati, inoltre, i risultati del riconteggio, in modo da verificare immediatamente l'effetto sul ricalcolo delle impostazioni modificate. Per ogni quesito sarà illustrata la metodologia applicata, che verrà riportata anche nella perizia finale.
  • Il ricalcolo del conto determina l’importo di cui eventualmente chiedere la restituzione in sede legale. Tale somma è data dalla differenza tra il saldo bancario e il saldo ricalcolato sulla base della procedura definita al punto precedente. Il software, inoltre, mette in evidenza la scomposizione di tale importo in base alle componenti che ne determinano l’ammontare (recupero di somme dovute a titolo di interessi, recupero di spese, recupero di CMS, ulteriori rettifiche)
  • Una volta concluso il progetto sulla piattaforma, oltre alla possibilità di scaricare tutti i prospetti in formato Excel, il software confeziona in maniera del tutto automatica una perizia già pronta ed utilizzabile, completa di tutti i dati e i risultati ordinati e tabellati con descrizione delle tecniche di analisi e ricalcolo impiegate e con un’approfondita ed aggiornata sezione di inquadramento normativo e giurisprudenziale delle fattispecie analizzate. Tutto ciò è possibile grazie all’utilizzo di complessi algoritmi di business intelligence che a seconda delle scelte di ricalcolo dell’utente genera automaticamente delle frasi corrispondenti. La perizia è in formato Word ed è completamente editabile e modificabile in ogni parte in cui l’utente ritenesse opportuno. 

 

 

Il software permette di analizzare tutte le tipologie di contratti dei conti correnti. In particolare: 

 

A chi è rivolto

Anatocismo & Usura Conti Correnti è rivolto a professionisti ed esperti del settore. Le molteplici opzioni per l’analisi ed il ricalcolo dei conti correnti lo rendono uno strumento indispensabile soprattutto per Consulenti Tecnici d'Ufficio (CTU) e Consulenti Tecnici di Parte (CTP) che intendono eseguire calcoli estremamente analitici e precisi: consente di rettificare le date valuta applicate dalla banca, di stornare le singole tipologie di operazioni illegittimamente addebitate e di rilevare rimesse solutorie.


Come si utilizza

Il software Anatocismo & Usura Conti Correnti permette di eseguire un’analisi giornaliera oppure trimestrale del conto corrente.

Nel primo caso l’utente deve inserire tutti i movimenti del conto corrente, i saldi finali degli scalari trimestrali ed i prospetti trimestrali delle competenze. Questa modalità consente, a livello di singolo movimento, la rettifica delle valute, l'enucleazione e l'individuazione di rimesse solutorie.

Nel secondo caso può inserire, con evidente risparmio di tempo, i soli saldi liquidi finali e le competenze riportate nei riassunti scalari trimestrali. Si precisa che la perdita di informazione e precisione dovuta all’utilizzo del metodo non appare significativa poiché grazie ad avanzate tecniche di ricalcolo numerico il software ricostruisce l’andamento puntuale del conto ai fini del ricalcolo delle competenze.

Una volta inseriti i dati trimestrali o giornalieri, l’utente può scegliere tra molteplici parametri per l’analisi ed il ricalcolo del conto corrente:

  • Tipologia conto: Ordinario, Ordinario non affidato e Anticipo
  • Rettifica Valuta: inserendo tutti i movimenti giornalieri, si possono personalizzare fino a 100 tipologie di operazioni ed assegnare ad ognuna differenti regole per la rettifica dei giorni valuta, per l'enucleazione o la rilevazione delle rimesse solutorie
  • Clausola di reciprocità: si può scegliere se considerare o meno e da quale periodo applicare la c.d. “clausola di reciprocità” che concerne il periodo successivo al 22/04/2000 (data di entrata in vigore della Delibera CICR emessa il 09/02/2000 ai sensi del Decreto legislativo 4 agosto 1999, N° 342 che ha legittimato la capitalizzazione periodica degli interessi ed altri oneri)
  • TAEG contrattuale: è possibile calcolare il TAEG relativo ad un tasso di interesse netto fissato e considerando un'aliquota per la commissione di massimo scoperto. Si dovrà inoltre indicare la data del contratto al fine di rilevare la soglia usura del periodo. In alternativa è possibile considerare nel TAEG anche eventuali spese trimestrali oppure indicare un valore di affidamento in modo da simulare l'andamento del conto e calcolare il Tasso Effettivo Globale Annuale pattuito. 
  • Formula per il calcolo del TEG: sono opzionabili il calcolo finanziario assimilabile al TAEG (INTERESSI + CMS + SPESE ) X 36500 / NUM. DEBITORI ), la formulazione indicata dalla Banca d’Italia ed ulteriori varianti di calcolo, per un totale di 8 diverse formule. È possibile inoltre variare la formula da applicare per ciascun trimestre
  • Anatocismo: gli interessi anatocistici vengono quantificati a partire da una base di calcolo incrementale a cui si aggiungono progressivamente le competenze che vengono di periodo in periodo capitalizzate. L'utente può quindi decidere quali competenze andranno ad aggiungersi alla base e come queste dovranno essere capitalizzate
  • Rilevazione rimesse solutorie: l'utente può impostare la rilevazione delle rimesse solutorie basando il calcolo sul saldo liquido bancario oppure sul saldo ricalcolato. Il software evidenzierà tutte le rimesse rilevate ed in particolare quelle rilevanti per la definizione dei termini prescrizionali. Per ogni trimestre sarà riportata la somma dei movimenti assimilabili a rimesse solutorie.
  • CMS illegittime ai sensi del DL 185/2008: il software rileva se nel trimestre in esame sono presenti CMS illegittime ai sensi del DL 185/2008. In particolare verifica se il saldo liquido del conto corrente si è mantenuto negativo per almeno 30 giorni consecutivi nell’arco del trimestre

Ai fini del ricalcolo l’utente può scegliere tra diverse opzioni:

  • Capitalizzazione per il riconteggio: selezionabile tra semplice, annuale, trimestrale e  varie capitalizzazioni miste: semplice-annuale, semplice-trimestrale, semplice-annuale-semplice, semplice-trimestrale-semplice. Sarà quindi possibile definire in maniera estremamente flessibile la modalità di capitalizzazione che si vuole adottare sia per gli interessi che per la CMS. La capitalizzazione mista permette di considerare anche l'abolizione definitiva dell'anatocismo decisa nella Legge di Stabilità del 2014.
  • Tasso di interesse sostitutivo: sono selezionabili per ogni trimestre i tassi BOT, Legale, Conto, Soglia, Soglia Ricalcolo e Zero
  • Tasso di ricalcolo Manuale: l'utente può dettagliare manualmente il tasso di ricalcolo da applicare, inserendo per ogni periodo le diverse aliquote per il calcolo, compresi eventuali tassi extra fido o CMS
  • Competenze da enucleare: Interessi, CMS e spese. Il parametro è selezionabile per ciascun trimestre
  • Ricalcolo degli interessi: l’utente può scegliere di ricalcolare gli interessi in base ai numeri debitori e creditori trimestrali rettificati oppure ricostruendo in base ai movimenti l'andamento del conto e quindi ricalcolando i numeri debitori e creditori
  • Ricalcolo della CMS: il software consente di ricalcolare la CMS all’aliquota sostitutiva scelta, sulla base dell’andamento ricalcolato del conto
  • Rettifiche: si possono operare delle rettifiche trimestrali al ricalcolo, ad esempio se si vuole collegare il ricalcolo ad un altro rapporto di conto corrente, addebitando o stornando trimestralmente le competenze

Risultati Finali

Anatocismo & Usura Conti Correnti restituisce un’analisi completa del rapporto bancario, ricostruendo il rapporto per ogni movimento inserito ed evidenziando i trimestri nei quali la banca ha applicato tassi ultralegali, usurari o oltre la media. Il software esegue un ricalcolo del conto bancario al fine di evidenziare e quantificare le differenze applicando diversi parametri di ricalcolo. 

L’esportazione dei dati elaborati viene effettuata in formato excel o word.

Al termine dell'analisi è possibile effettuare il download di: 

 


Approfondimenti

 

FAQ       Giurisprudenza       Normativa       Studi e Ricerche

 


Inclusi nel prezzo del software

assistenza professionale

Assistenza Telefonica

Un professionista esperto della materia
sempre a disposizione del cliente
Lun/Ven: 9.00 - 13.30 / 15.00 - 18.30

report automatici

Perizie Automatiche

Generate dal software e complete di
tabelle, grafici e commenti automatici
che descrivono analiticamente i risultati

progetti illimitati

Progetti illimitati

Puoi creare e modificare tutte
le pratiche e pregetti che desideri
senza nessuna limitazione

software sempre aggiornati

Software sempre aggiornati

Gli aggiornamenti tecnici e normativi
sono automatici e inclusi nel costo
dell’abbonamento

 


paypal2

 

 

 

Contattaci

Hai bisogno di ulteriori informazioni commerciali o sulle funzionalità dei software?  Chiamaci per parlare con un nostro consulente

 

 

numeroverde green

Consulenza commerciale: lun-ven 09.00-20.00 / sab 10.00-12.00

logo assolombarda

paypalpartner

SEGUICI SU:

facebookintwitter

Cloud Finance S.r.l.
P.Iva 01589730629
R.E.A. MI 2048076

numeroverde white p

Via C. Freguglia, 10
20122 Milano    

Piazza Castello, 2
82100 Benevento