FAQ - Domande Frequenti: Analisi di Bilancio & Rating

Funzionalità Software


Anatocismo e Usura Giornaliero genera una perizia econometrica già pronta ed utilizzabile in maniera del tutto automatica, tramite procedure di business intelligence. Il documento è completo di tutti i dati e i risultati ordinati e tabellati con descrizione delle tecniche di analisi e ricalcolo impiegate e con un’approfondita ed aggiornata sezione di inquadramento normativo e giurisprudenziale delle fattispecie analizzate. La perizia è in formato Word ed è completamente editabile e modificabile in ogni parte in cui l’utente ritenesse opportuno.

Anatocismo e Usura Giornaliero permette di analizzare i conti correnti a partire dall’inserimento degli estratti conto scalari trimestrali ed evidenziare eventuali profili di illecito, sotto forma di anatocismo e usura, nonché di rilevare i tassi effettivamente applicati (TEG) al fine di confrontarli con i tassi medi (TEGM). A valle dell’analisi il software esegue il ricalcolo puntuale del conto ad un tasso sostitutivo secondo le modalità liberamente scelte dall’utente e quantifica l’ammontare della somma da recuperare nell’ottica di un’azione legale.

Anatocismo e Usura Giornaliero consente due modalità di analisi e quindi di inserimento. Per un'elaborazione analitica del conto si richiede l'inserimento di tutti i movimenti giornalieri, dei saldi e delle competenze trimestrali, mentre per un'analisi sintetica è sufficiente inserire solo i saldi e le competenze rinvenibili negli estratti conto scalari trimestrali (saldo liquido, numeri debitori/creditori, interessi a debito/credito, CMS, spese).

Certo! Attraverso la generazione di un'opportuna base di calcolo, Anatocismo e Usura Giornaliero determina gli importi addebitati per via dell'effetto anatocistico e, tramite la procedura di riconteggio consente all'utente di neutralizzare l’anatocismo selezionando (laddove lo ritenesse opportuno) una capitalizzazione semplice degli interessi, in modo da evitare l’accumulazione di interessi su interessi.

Anatocismo e Usura Giornaliero dispone di un database integrato in cui sono riportate tutte le soglie usura per le varie categorie di aperture di credito e operazioni SBF/sconto fatture per tutti gli anni di applicazione della Legge “Anti-Usura”. Non c’è bisogno quindi di indicare manualmente i valori dei tassi soglia. In aggiunta a questi, sono riportati anche i tassi medi (TEGM) per poter verificare la cosiddetta “usura soggettiva”.

Anatocismo e Usura Giornaliero consente di rettificare con la massima flessibilità qualsiasi movimento del conto, modificandone la data di valuta oppure stornandolo del tutto. Oltre alla rideterminazione delle competenze trimestrali, l’utente può quindi agire su ogni singolo movimento ed i numeri debitori e creditori saranno di conseguenza rettificati con la massima precisione, attraverso la ricostruzione giornaliera dei saldi per valuta.

Anatocismo & Usura Giornaliero permette all’utente di individuare con la massima precisione l’occorrenza delle rimesse solutorie rilevanti ai fini della prescrizione giuridica, operando a tal fine sui saldi bancari oppure sui saldi ricalcolati, in accordo a ciascuna delle due differenti interpretazioni della questione. L’utente può inoltre definire quali categorie di operazioni siano rilevanti come rimesse solutorie e quali no.

Sì, è possibile stornare ai fini del ricalcolo del conto le competenze dell’anticipo, s.b.f. che si riversano sul conto corrente ordinario di corrispondenza. Per agire sul ricalcolo sarà sufficiente riportare le competenze dell’anticipo con segno positivo nella colonna “Ulteriori Rettifiche”, foglio “Riconteggio” del progetto del conto ordinario.

Il software, effettuata la ricostruzione delle movimentazioni del conto corrente di corrispondenza, segnalerà nel primo foglio di lavoro “Movimenti”, l’ultimo versamento di carattere solutorio rilevante ai fini dei termini prescrizionali (verranno individuati come tali, i versamenti effettuati dal correntista in extra-fido per i quali siano trascorsi dieci anni dalla data in cui l’operazione viene eseguita).

Sì, è possibile. La modalità operativa tramite cui si attiverà la procedura sarà differenziata a seconda dell’analisi effettuata dall’utente. Se l’utente procede ad una disamina di carattere “giornaliera” per ottenere il risultato desiderato, sarà sufficiente inserire un “saldo iniziale pari a zero” nel foglio “movimenti”. Diversa funzionalità bisognerà attivare qualora l’utente dovesse decidere di effettuare un’analisi trimestrale (basandosi solo sulle competenze dell’estratto conto scalare), in tal caso nel foglio “riconteggio”, dovrà inserire in corrispondenza dell’opzione “differenza iniziale di ricalcolo” il saldo iniziale che intende azzerare, questo dovrà essere di pari importo e con segno opposto (ad es. se il saldo che si intende annullare è pari a 1.000, l’importo da inserire dovrà esser pari a -1.000).

In caso di usura soggettiva, così come in ogni altra circostanza, il software non predispone automaticamente il ricalcolo del conto ma lascia all’utente la facoltà di decidere le modalità tramite le quali considerare il dato di analisi. Nel caso in cui l’utente dovesse propendere per il recupero dei trimestri in cui il TEG effettivo supera il TEGM, (recupero della c.d. Usura soggettiva-art.644 c.p. comma, 3), dovrebbe sfruttare una delle funzionalità del foglio “Riconteggio”, in corrispondenza della dicitura “Tasso debitore usura”. Tutte le opzioni in corrispondenza della funzione citata con nomenclatura “SOGG”, permetteranno l’applicazione di un tasso debitore sostitutivo al ricalcolo degli interessi debitori, nei trimestri in cui il TEG effettivo supera il TEGM.

Solitamente, le rettifiche rinvenibili nello scalare si riferiscono al trimestre precedente. Ragion per cui una volta inseriti i numeri del trimestre di riferimento (nel foglio “Competenze”), le rettifiche saranno riportate in aumento o in diminuzione nel trimestre al quale si riferiscono.

Si, è possibile, imputando i dati specifici nel foglio “Analisi conto”, in corrispondenza dell’opzione “Verifica Usura Contrattuale”.

In assenza del dato, sarà sufficiente lasciare in bianco la colonna “Affidato” in sede di compilazione del foglio “competenze”, il software calcolerà l’utilizzato medio dato dal rapporto tra i numeri debitori inseriti ed i giorni del trimestre (con tale modalità operativa il programma ricondurrà alla classe d’importo corretta).

Il conto corrente ipotecario è una tipologia di contratto di apertura credito che deve esser analizzato scegliendo la tipologia “ordinario” in conformità alle disposizioni Banca d’Italia.

Sì, lo permette attivando la funzionalità “INDEBITO IRRIPETIBILE”. Attivata l’opzione citata, il programma dopo aver effettuato una differenza tra competenze enucleate e ricalcolate, quantificherà come indebito irripetibile la differenza coperta dai versamenti di carattere solutorio.

Sì, sarà sufficiente avere a disposizione il contratto di apertura di credito in conto corrente. Una volta inseriti i dati del contratto, il software simulerà il TAEG alla data di sottoscrizione dello stesso, raffrontandolo con la soglia usura vigente.

Sì, lo permette. Mediante l’utilizzo del programma è possibile individuare i versamenti di carattere solutorio tanto sul rapporto storico di conto corrente quanto sul rapporto ricostruito.

Funzionalità Software


Analisi di Bilancio & Rating analizza i dati di 3 bilanci in formato CEE, ma ne sono sufficienti 2 per realizzare le analisi. I dati da inserire sono rinvenibili nello Stato Patrimoniale, nel Conto Economico ed alcuni nella Nota Integrativa, nel caso di bilanci in forma semplificata

Analisi di Bilancio & Rating riclassifica:

  • lo Stato Patrimoniale secondo il modello Liquidità /Esigibilità e secondo il modello Gestionale
  • il Conto Economico secondo il modello a Valore Aggiunto e secondo il modello a Costi Fissi e Variabili

Inoltre, genera il Rendiconto Finanziario.

Analisi di Bilancio & Rating realizza:

  • l'Analisi del Cash Flow
  • l'Analisi per Indici di Bilancio
  • l'Analisi della Posizione Fiinanziaria Netta
  • l'Analisi compessiva della Performance Aziendale (economica, patrimoniale, finanziaria/liquidità)

L’analisi riporta:

  • Indici di Redditività (ROI, ROE, ROT) e Margini Economici
  • Indici di Liquidità (Margine di Tesoreria, Margine di Struttura, Quick Ratio, Current Ratio, CCN, etc.)
  • Indici di Solidità (Copertura Immobilizzazioni, Indipendenza Finanziaria, Leverage, Debt/Equity, etc.)
  • Indici di Copertura Finanziaria (Ebit/Of, Fcgc/Of, Pfn/Mol, Pfn/Ricavi, etc.)

Tutti gli indici vengono accuratamente descritti.

Il rating viene attribuito utilizzando diverse metodologie, nel report vengono riportati:

  • l'Equilibrio Finanziario - Metodo Standard & Poor’s
  • l'Indice di Altman: modello Z Score
  • il Rating MedioCredito Centrale L. 662/1996: Industria, Edilizia, Alberghi, Pesca e Piscicoltura
  • il Rating MedioCredito Centrale L. 662/1996: Commercio, Servizi ed Alberghi
  • il Rating Damodaran

Certo! Gli schemi di riclassificazione dei bilanci e le rielaborazioni analitiche si basano su standard normalmente utilizzati dagli operatori finanziari sia nazionali che internazionali.

Analisi di Bilancio & Rating genera, tramite procedure di business intelligence e in maniera del tutto automatica, report già pronti ed utilizzabili. I documenti sono completi di tutti i dati inseriti, della descrizione delle tecniche di analisi e calcolo impiegate e presentano i risultati ordinati, tabellati e commentati. Il report è in formato Word ed è completamente editabile e modificabile in ogni parte in cui l’utente ritenesse opportuno.

 

Torna al Software: