Pagina 1 di 1

Applicazione Delibera CICR n. 343 del 03/08/2016 (Art. 120 TUB)

Inviato: 27/06/2017, 9:27
da cloudfinance
Le nuove disposizioni operative dettate dalla delibera CICR n. 343 del 03 agosto 2016, che seguono alle recenti disposizioni dell’art. 17 bis del D.L. n. 18 del 14 febbraio 2016, prevedono che gli interessi debitori e creditori vengano conteggiati annualmente. Gli interessi creditori verranno quindi accreditati al 31-12 dell'anno di competenza, mentre gli interessi debitori saranno addebitati il primo marzo dell'anno successivo oppure alla chiusura del conto corrente, a seconda che il correntista dia o meno l’autorizzazione all’istituto di credito bancario.

Immagine


Menù argomeni del post:
Banca Rispetta TUB 120
Applica delibera CICR al ricalcolo


Banca Rispetta TUB 120

Nel software una volta settata la dicitura “SI” in corrispondenza dell’opzione “Banca rispetta TUB 120”, sarà necessario inserire la data di adeguamento a partire dalla quale interviene la modifica sulla capitalizzazione degli interessi da parte della Banca (le altre competenze addebitate saranno considerate con capitalizzazione trimestrale).

Ad esempio per indicare al software che la Banca ha capitalizzato gli interessi passivi maturati dal 01/10/2016 fino al 31/12/2016 il primo di marzo dell’anno successivo, come data adeguamento si dovrà inserire 01/10/2016. Gli interessi attivi verranno invece considerati come accreditati alla chiusura dell’anno considerato.

Nel caso la Banca non si sia adeguata alla delibera CICR n. 343 del 03 agosto 2016 e quindi sta continuando a capitalizzare gli interessi trimestralmente, l’utente lascerà settata la dicitura “NO” in corrispondenza dell’opzione “Banca rispetta TUB”.
L’opzione appena descritta influisce unicamente nel meccanismo di enucleazione delle competenze, mentre per il ricalcolo sarà possibile indicare se adeguare il ricalcolo alla delibera CICR n. 343 del 03 agosto 2016.

Si sottolinea inoltre che ai fini di un corretto calcolo dei TEG trimestrali, anche se la Banca si è adeguata alla nuova metodologia di capitalizzazione degli interessi, si dovrà sempre inserire per ogni trimestre i numeri debitori, i numeri creditori e gli interessi conteggiati per il trimestre in questione, anche se questi saranno capitalizzati dalla banca successivamente. In pratica il software, se l’opzione è settata su SI, andrà ad enucleare gli interessi secondo l’effettiva capitalizzazione eseguita dalla banca, anche se questi sono stati inseriti trimestralmente.


Applica delibera CICR al ricalcolo

Per configurare il ricalcolo in maniera tale che il software riconosca la nuova disciplina sulla capitalizzazione degli interessi, sarà necessario apporre “SI” in corrispondenza dell’opzione “Applica delibera CICR al ricalcolo”. La data di applicazione del regime di capitalizzazione sopra indicato sarà coincidente con la data di adeguamento della Banca. Se non viene indicata nessuna data, il software applicherà il nuovo regime dal 01/10/2016, come stabilito dall'art. 17 bis. del D.L. 18 del 14 febbraio 2016 e dalla delibera CICR n. 343 del 3 agosto del 2016. Le eventuali impostazioni per la capitalizzazione indicate nel pannello CAPITALIZZAZIONE COMPETENZE RICALCOLO verranno sostituite dalle nuove disposizioni a partire dal trimestre di applicazione. La funzionalità TUB 120 interverrà solo ed esclusivamente sulla capitalizzazione degli interessi attivi e passivi. Nello specifico gli interessi passivi saranno capitalizzati il primo marzo dell’anno successivo e gli interessi attivi il 31 dicembre. Per quanto riguarda la capitalizzazione al primo marzo, il software andrà ad applicare un’ulteriore rettifica ai numeri debitori del trimestre al fine di considerare l’addebito degli interessi passivi al primo marzo. In pratica aumenterà i numeri debitori per l’importo degli interessi da capitalizzare moltiplicato per i 31 giorni del mese di marzo.