Input Previsionale I: Fonti e impieghi

Avatar utente
cloudfinance
Admin
Admin
Messaggi: 1262
Iscritto il: 11/01/2016, 10:59

Input Previsionale I: Fonti e impieghi

Messaggioda cloudfinance » 03/10/2017, 16:42

Questo foglio è il punto di partenza dell’analisi e concerne in particolare i dati previsionali riguardanti le fonti e gli impieghi

Questo foglio è il punto di partenza dell’analisi e concerne in particolare i dati previsionali riguardanti le fonti e gli impieghi.

Immagine

Immagine

In questa sezione vanno inserite tutte le informazioni fiscali.

Per quanto concerne l’Ires e l’Irap il software liquiderà tali imposte annualmente contabilizzandole come da principi contabili, prevedendo anche gli acconti annuali da versare secondo la normativa fiscale. Si tiene conto delle regole contabili sulla deducibilità degli oneri finanziari (30% del ROL).

Svalutazione crediti
Si può inserire la svalutazione annuale dei crediti. Suggeriamo un valore tra l’1% e il 5% a seconda del rischio del settore in cui si opera. Anche in questo caso, come per i dividendi, la svalutazione verrà effettuata automaticamente.

Rimborso Iva a credito
E’ possibile, infine, scegliere se prevedere la richiesta di rimborso dell’eventuale IVA a credito contabilizzata al 31/12 di ogni anno. In tal caso il rimborso e la diminuzione del relativo credito avverrà nel mese di gennaio dell’anno successivo.

Gestione Iva
Cassa: il software calcolerà la liquidazione Iva secondo le regole di tale normativa;
Competenza (consigliato): la liquidazione dell’Iva avverrà mensilmente secondo normativa fiscale

Variazione in aumento/(Diminuzione)
E’ possibile modificare il valore della liquidazione delle imposte attraverso delle variazioni in aumento (segno positivo) o in diminuzione (segno negativo) sia del valore calcolato dal software dell’IRES che dell’IRAP. Se per esempio l’aliquota IRES è del 24% e procedo ad una variazione in diminuzione di 1.000 ciò comporterà una diminuzione dell’imposta calcolata di 240.

Ipotesi finanziarie per WACC
Tasso Free Risk: corrisponde al tasso lordo di rendimento dei titoli privi di rischio che in Italia sono rappresentati dai BTP a 10 anni. I tassi aggiornati quotidianamente sono rinvenibili:
http://finanza-mercati.ilsole24ore.com/quotazioni.php?QUOTE=GBITL10J.MTS

Equity Risk Premium: rappresenta il rendimento addizionale richiesto dagli investitori per investire nel mercato azionario e rappresenta la differenza tra il rendimento ottenuto investendo nel mercato azionario e quello ottenuto dai BTP a 10 anni ovvero titoli privi di rischio. Il valore che troviamo già pre impostato è preso dagli studi condotti da Elroy Dimson, Paul Marsh, and Mike Staunton (2017)

Beta Unlevered: misura la variazione attesa del rendimento del titolo dell’impresa per ogni variazione di un punto percentuale del rendimento di mercato

Tasso Debito Kd: media dei tassi di interesse che l’azienda paga sui prestiti finanziari

Tasso di crescita g: il tasso di crescita atteso dopo il periodo previsionale definito nel software
Il Forum è uno strumento di scambio di idee e opinioni. Se invece si vuole chiedere assistenza utilizzare l’apposita sezione del portale “Assistenza”

Torna a “Business Plan Start Up”